ANTOLOGIA NON AUTORIZZATA DI FRASI CLANDESTINE

Torino, 2022 © curato da Stefania Dubla

L’Antologia non autorizzata di frasi clandestine è un lavoro di ricerca e risemantizzazione delle frasi tracciate in modo non autorizzato e anonimo sui muri delle città. Poesie involontarie ed estremamente precarie poggiate sulla pelle della metropoli.

L’obiettivo è quello di aprire una possibilità di lettura del mondo urgente, assurda, immaginaria e reale, ma soprattutto alternativa all’ordine esistente. L’idea è quella di costruire componimenti verbo-visivo inediti, poesie che siano la somma calibrata di parole, segni ed elementi disturbanti trafugati dallo spazio metropolitano. Un lavoro che conservi traccia e memoria di tutte le espressioni marginali dell’umano e del dolore espresso nello spazio urbano.

Le poesie, una volta composte, sono raccolte dentro un’antologia in cui le pagine sono costituite letteralmente da persone e dalla loro pelle, la pubblicazione dei testi infatti, usa come medium un tauaggio permanente che riporterà oltre al senso semantico anche tutta la componente estetica.

L’idea è quella di conservare e traslare le parole dalla pelle della città a quella dell’uomo senza snaturarle o istituzionalizzare, e sopratutto permetter loro di continuare a transitare libere nello spazio pubblico urbano. Una antologia dinamica, intangibile, labile, estemporanea, immateriale e allo stesso tempo assolutamente fisica.

Un saggio della città nomade, composto dalle sue voci più istintive e anarchiche e di tutto quello che non è storicizzabile o controllabile, simbolo di una memoria collettiva periferica, temporenea, labile, incerta come il futuro, eppure persistente.

Tutte le poesie dell’Antologia non autorizzata di frasi clandestine sono donate a persone che volontariamente decidono di essere pagine del progetto. Nessuna poesia è stata, e sarà mai, venduta. Questo garantisce che i componimenti, nati in modo illegale e clandestino, rimangano liberi da qualunque logica istituzionalizzante, commerciale o capitalistica, e svincolati dai mercati dell’arte ed editoriali.

Via Nizza, Torino
Via San Berardino, Torino
Lungo Dora Napoli, Torino

Pagina 4 | Claudia

 

Quartiere Monte Pietà, Palermo
Via Di Vittorio, San Donato Milanese
Via Porporati, Torino

Pagina 5 | Carlotta

 

Via Manzoni, Torino
Via Benaco, Milano
Piazza XXIV Maggio, Milano

Pagina 9 | Germain

 

Ogni poesia dell’Antologia è composta con minimo due, e fino a cinque, frasi trovate per strada. In questa prima fase del progetto la quasi totalità di scritte è stata raccolta a nella città di Torino, ma non mancano piccoli frammenti recuperati a Milano e Palermo.

________________________________________________________________________________

A fine 2022 l’Antologia si compone di 25 pagine che comprendono 1 copertina, 1 prologo, 1 pagina di ringraziamenti, 1 bibliografia e 21 poesie.

Le pagine pubblicate e quindi tatuate sono per il momento 6.
La pubblicazione di altre 10 pagine è programmata entro febbraio 2023.